MADE Artis Comunicatio

via larga 25 - 40124 Bologna - Italy

INTERPOL: ECCO I DATI SUI FURTI D'ARTE

March 26, 2018

 

Sebbene non siano percepiti come qualcosa di meno drammatico delle apparentemente piu comuni rapine in banca, i furti d'arte sono in realtà un evento che è piuttosto frequente e per valori unitari raggiunge e quasi sempre supera le rapine bancarie. Le stime piu "benevole" valutano questo tipo di reati in valori dai 4 a 6 miliardi di dollari in tutto il mondo; il "ritorno" dei furti d'arte sono superati solo dal traffico di droga, dal riciclaggio di denaro e dal commercio di armi in termini di valore.

 

 

Per avere un quadro più chiaro di quel che significa basta dare un'occhiata al database dei furti d'arte drll' INTERPOL: il più grande database pubblico nel suo genere. Dopotutto, l'Organizzazione Internazionale delle polizie criminali con i suoi 192 paesi membri è l'unica fonte di monitoraggio autorevole di lotta a questi traffici. Come abbiamo piu volte ricordato, è la natura stessa del mercato regolare dell'arte a non aiutare il contrasto dei furti essendo un mercato non regolamentato come altri, con molte transazioni anonime e quindi non sempre i furti sono resi immediatamente denunciati, fatto salvo per eventi eclatanti; spesso sono gli stessi proprietari a tacere le notizie nel tentativo di essere ricontattati senza clamori dannosi, dai malviventi per un riscatto, o altre ragioni, il che non aiuta le indagini.

 

 

 

Città con il maggior numero di opere d'arte recuperate

 

 

Quali paesi sono gli obiettivi più comuni per i ladri d'arte

 

Secondo il database di INTERPOL, alcuni paesi sono più colpiti di altri quando si tratta di furti d'arte. È abbastanza ovvio che il caos delle guerre fornisca la copertura perfetta per rubare opere d'arte, quindi i paesi nel mezzo di un conflitto forniscono circostanze migliori per i criminali che desiderano mettere le mani su un'opera d'arte. Quindi, seguendo questa logica, è chiaro che paesi come l'Iraq, l'Afghanistan, la Siria e la Libia siano in testa a questa classifica.

 

 

È interessante notare che, dopo queste quattro nazioni che si sono assicurate i primi posti con facilità, i successivi sette paesi più popolari tra i rapinatori di opere d'arte sono tutti provenienti dall'Europa: Francia, Austria, Germania, Ucraina, Romania, Bielorussia e, infine, la Serbia che siede al decimo posto. Ciò è spiegabile dal fatto che il "vecchio continente" per sua natura storica è il piu ricco di opere d'arte, quantomeno in termini numerici, ed uno dei mercati piu importanti.

 


Paesi con la maggior parte dei furti d'arte

 

La più interessante sorpresa nella lista è l'assenza degli Stati Uniti, che pure rappresentano una piazza importante del mercato. La loro assenza in questa classifica è dovuta al fatto che hanno un efficente sistema di protezione e recupero delle opere. Gli stessi Stati Uniti, li ritroveremo però in buona posizione quale mercato di "destinazione" delle opere trafugate.

 

Opere Irachene recuperate vendute dall'Isis

 

Dato che siamo sull'aspetto della tutela e prevenzione, è opportuno dare osservare quanto siano efficaci le nazioni nel recuperare le opere rubate. Naturalmente, più povere sono le condizioni del paese, maggiori sono le probabilità che le opere d'arte rubate non vengano mai più viste. Alcune nazioni sono più brave a recuperare pezzi rubati di altre, ma in generale, i paesi europei recuperano più arte rubata di qualsiasi altra regione, e l'Italia in particolare non sfigura in efficacia di recupero (anche se difetta in prevenzione), in considerazione della quantità di patrimonio e di diffusione sul territorio delle opere.

 

 

 

Il tipo di arte piu ricercata dai ladri
 

Poiché ogni oggetto rubato (segnalato ufficialmente) è classificato nel database di INTERPOL, è possibile ottenere un'immagine abbastanza precisa dei pezzi più popolari per quanto riguarda i ladri.

Non sorprende che sculture e dipinti costituiscano la stragrande maggioranza dei pezzi rubati . Anche se questo può essere attribuito alla loro prevalenza numerica tra le opere, è anche vero che sculture e dipinti sono l'obiettivo più comune a in ragione dei prezzi che sono in grado di recuperare sul mercato nero dell'arte .

 

Tipi di opere d'arte che attirano i ladri

 

É interessante notare come le armi antiche siano molto popolari tra i ladri, con oggetti come scudi decorativi e pugnali ingioiellati; ciò che rende queste opere bersagli tipici è che hanno una doppia valenza per i ladri: un valore come opera in se stessa e come fonte per poter "estrarre" pietre preziose facendo perdere in questa forma piu facilmente le loro tracce, con il danno aggiuntivo di danneggiare irreparabilmente l'opera stessa. Recentemente a Venezia il tesoro del Quatar è stato oggetto di un importante furto di spade e gioielli antichi.

 

Di che periodo sono la maggior parte delle opere rubate?

 

L'INTERPOL monitora l'età approssimativa di ogni pezzo d'arte rubato il che ci permette di vedere quali periodi sono i più attraenti per i rapinatori.

I registri mostrano che la maggior parte dei furti sono associati a opere prodotte negli ultimi 300 anni . Questo può essere attribuito sia al fatto che le opere più antiche sono meglio tutelate, ma anche al fatto che le opere d'arte piu recenti sono di gran lunga più diffuse e più facili da localizzare. Seguendo questo dato, sembra che il XXI secolo non abbia ancora prodotto abbastanza opere per rivaleggiare con il suo secolo precedente; il termine "ancora" è la parola chiave da segnalare anche perchè per i ladri, la cosa importante è avere certezza del valore e del relativo prezzo e le opere storicizzate, ben conosciute sul mercato e stabilizzate rappresentano una sicurezza.

 

Periodi di tempo popolari per ladri d'arte

 

Nonostante questo ragionamento, il 7 ° e il 2 ° secolo sono apetiti dai ladri collocandosi nella classifica ai punti 5 e 6, ed nche il sesto secolo aC riesce a farsi strada nella lista, entrando di soppiatto al numero 10. Questo conferma l'argomentazione per cui il periodo non gioca un fattore significativo per i ladri per scegliere cosa rubare. altre cose, come il valore o la sicurezza , sono per loro di gran lunga più importanti del periodo.


Chi compra i pezzi "acquisiti" attraverso i furti d'arte?

 

Una delle domande più ovvie a questo punto quando si parla di materiale rubato è chi le compra, e qualcuno ovviamente c'è perché nessuno si prenderebbe la briga, il rischio e la fatica di rubare qualcosa se non ci fosse profitto.

Prendendo in considerazione da dove l'arte rubata è piu frequentemente recuperata, diventa possibile capire dove si possono localizzare i clienti questo mercato nero. Secondo INTERPOL, l'Europa è il mercato di destinanzione prevalente della la maggior parte delle opere rubate e questo a prescindere da dove si sia verificato il furto .

 

 

Guardando più da vicino le città che hanno la più alta quantità di arte rubata recuperata, appare chiaro che Parigi è dove la maggior parte di questi pezzi arriva. Aranđelovac in Serbia e Londra nel Regno Unito escono rispettivamente secondo e terzo.

 

 

Negli ultimi anni, il furto d'arte ha catturato l'immaginazione del pubblico, sospinto da episodi della vita reale (lo strappo del noto capolavoro di Edvard Munch The Scream) e dalla fantasia glamour di film di Hollywood come The Thomas Crown Affair . La realtà è che, secondo i dati di INTERPOL, mancano più di 20.000 opere d'arte vittime di furti, tra cui Rembrandt, Renoir, van Gogh e Picasso.

 

 

Il libro "Museum of the Missing. A History of Art Theft" di cui consigliamo la lettura, offre un intrigante viaggio attraverso il mondo sotterraneo dei furti d'arte, dove la posta in gioco è alta e le passioni sono forti. Se tutti i dipinti presenti in questo volume qui potessero essere raccolti in un museo, sarebbe una delle collezioni più belle esistenti.

Tutte le informazioni di questo articolo sono state recuperate dai record disponibili nel database dei furti d'arte di INTERPOL, un archivio pubblico, che contiene 4612 record datati dal 1991 al 2017 .

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

 

 

 

 

 

Please reload

Featured Posts

BIENNALE D'ARTE DI VENEZIA: ECCO TUTTI I 79 ARTISTI PRESENTI

April 22, 2019

1/9
Please reload

Recent Posts